sangiorgio

Dopo essere discesi sulla catenaria fino alla quota di ca. 20 mt ci dirigiamo verso ponente attraversando un'ampia franata che parte da una quota di 35 mt per arrivare a ca. 10 mt.
La franata è caratterizzata da ampie spaccature e cavità ricche di corallo rosso mentre sulle pareti in corrente si incontrano bei rami di gorgonie rosse. Incontri comuni sono cernie, murene, dentici, corvine e gronghi. Risalendo fino ad una quota di 15/18, ritorniamo verso levante utilizzando come riferimento la parete del promontorio alla nostra sinistra. Costeggiandola ad una prof. Di 15 mt incontriamo l'entrata di un'ampia grotta il cui ingresso è in parte ostruito da un grosso masso. La grotta caratterizzata da suggestivi giochi di luce raggiunge la superficie dove è situato un sifone. Usciti dalla grotta terminiamo l'immersione nuotando per pochi metri verso levante fino a rincontrare la boa.